Home / Articoli Generali / A desiderio irresistibile desiderio per sbocconcellare?
A desiderio irresistibile desiderio per sbocconcellare?

A desiderio irresistibile desiderio per sbocconcellare?

Ciò che mi fa andare al frigorifero per tutto il tempo?

Prima partiamo con il presupposto che non sei l’unico di fronte a queste voglie per gli spuntini durante il giorno. Tuttavia, la bilancia, riporta i dati sempre più elevati ogni volta che si seguono queste voglie. Pizze con peperoni a casa la sera, croissant pralina in ufficio, basso contenuto di grassi congelato yogurt nel pomeriggio, al cioccolato, torte, caramelle, patatine, e un sacco di cibi grassi e cibo spazzatura, a consumare ogni giorno senza realmente bisogno di loro.

LA FAME NON È QUELLO CHE TI SENTI … È  SOLO UNA PERSISTANZA!!!

Pertanto, lo scopo non è quello di consentire costanti fluttuazioni del nostro peso corporeo. Non c’è bisogno di guadagnare chili e poi a seguire un processo molto esaustivo perderli. L’obiettivo è di evitare questo! Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di combattere il nostro bisogno di sbocconcellare … prima ancora viene!

Come combattere il bisogno di sgranocchiare … prima viene anche?

Secondo Lisa Eberly, MPH, RD una nutrizionista speciale, la prevenzione può essere raggiunta solo quando l’individuo diventa consapevole di ciò che mangia!

Ma che cosa significa veramente la “coscienza del cibo”?  

Come si acquisisce la consapevolezza profonda di ciò che mangiamo?      

Inizialmente, quello che dobbiamo capire è che, il cibo non è qualcosa che ci deve riempire di senso di colpa, ma un processo divertente, una cura per noi stessi, il nostro corpo e il nostro spirito! Il cibo non è qualcosa di proibito o peccaminoso, ma una necessità di tutti gli esseri viventi, che può essere estremamente piacevole e vantaggiosa … se è fatto nel modo giusto!

Come posso rafforzare la mia coscienza per i cibi che mangio?

Alcuni passi piccolo e facile da iniziare rafforzare la conoscenza di ciò che si consuma quotidianamente e si è pienamente consapevoli del vostro cibo, sono i seguenti:

Il No.1 passo: Selezionare il tuo cibo preferito, quello dove non si può mai resistere per qualsiasi motivo.

Il No.2 passo: va servito in un bel piatto e metterlo di fronte a voi sul tavolo.

Il No.3 passo: prima di arrivare anche la forchetta in mano e provare, mi alzo e guardo il piatto con tutti i miei sensi. Lo vedo, lo sento e osservo la consistenza dei suoi componenti.

Il No.4 passo: Al momento la saliva comincia a essere secreto in bocca dalle ghiandole, poi mettere il primo boccone in bocca.

NOTA: I morsi devono essere piccole e si dovrebbe masticare lentamente … come cercare di raccogliere con la lingua il minimo materiale trovato nel mio cibo!

Il No.5 passo: Mentre ingeni ogni boccone, cerca di sentire il viaggio attraverso l’esofago allo stomaco!

Il Νο.6 passo: Non abbiate fretta quando si mangia. Ogni pasto deve durare almeno 30 minuti in modo da avere abbastanza tempo per ottenere il messaggio dallo stomaco al cervello … che hai avuto abbastanza e non è necessario un altro pasto!

ATTENZIONE: Mangiare solo quando senti la fame! Non forzate il vostro corpo a mangiare se non si ha realmente bisogno. Il corpo sa quando si ha bisogno di cibo ed è “dire” che in modo diverso!

About admin

Scroll To Top